mercoledì, 20 Gennaio 2021

Sars, si allunga la lista nera dell’OMS

L’allarme viaggi è stato esteso a Taipei, Mongolia e Tianjin

Si allunga la lista dei Paesi ritenuti a rischio Sars dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Le ultime città a entrare nella lista nera sono state ieri Taipei (Taiwan), Tianjin (a circa 120 chilometri da Pechino) e la parte interna della Mongolia. Sono regioni dove ”l’epidemia continua a diffondersi rapidamente”, ha spiegato il Direttore della Divisione dell’Oms per le malattie contagiose, David Heymann. Resta inoltre in vigore – ha precisato – la raccomandazione dell’Oms a non recarsi ad Hong Kong, Pechino e nelle province
cinesi di Guandgong e di Shanxi. Il Coronavirus ha già colpito in 30 Paesi e il tasso di mortalità è salito al 15%. Nel frattempo, però, in ben dieci Paesi non si segnalano nuovi casi di Sars da almeno 20 giorni, un periodo pari al doppio della durata dell’incubazione. Si tratta di Brasile, Kuwait, Irlanda, Romania, Sudafrica, Spagna, Svizzera, Thailandia, Germania e Vietnam. Questi Paesi
sono dichiarati ‘liberi”’ dalla Sars, ha detto Heymann.

News Correlate