venerdì, 18 Settembre 2020

Settembre: è ancora tempo di disagi

Ritardi per il Palermo-New York e a Lampedusa. Auto derubate sul treno Milano-Palermo

Passato agosto non si placano i disagi per i turisti in viaggio. Ieri, domenica 3 settembre, il volo Palermo-New York di Eurofly che doveva decollare alle 9,55, è partito con circa 2 ore e 30 minuti di ritardo. “Non ci dicono nulla – ha riferito uno dei 300 passeggeri – e per di più stiamo facendo una fila di oltre cento metri: ci fanno svuotare le borse il cui contenuto dopo i controlli viene messo in sacchetti di plastica”. Per questo, Francesco Tanasi, segretario nazionale Codacons, ha invitato i passeggeri a chiedere “oltre al rimborso del biglietto anche il risarcimento dei danni subiti, non solo per il ritardo ma anche per la scarsa informazione fornita”. Sabato, invece, disagi a Lampdusa per i passeggeri di un charter diretto a Parma della compagnia Funjet, proveniente da Milano Malpensa e rimasto bloccato nella pista col motore spento. A quanto si apprende, il motore del charter non si sarebbe accesso al primo tentativo, per problemi dovuti al mal funzionamento della strumentazione per l’alimentazione in dotazione alla società che gestisce lo scalo. “Sarebbe bene – ha auspicato il segretario dei Ds nell’isola, Totò Martello – che l’Enac avviasse controlli anche nei piccoli aeroporti come quello di Lampedusa dove ancora una volta la società che gestisce lo scalo non è stata in grado di fornire il supporto tecnico alle compagnie aeree provocando un danno d’immagine all’isola”. Infine 17 auto, su un totale di 25, trasportate su un vagone del treno Milano-Palermo sono state svaligiate e danneggiate durante il viaggio. Solo all’arrivo alla stazione centrale di Palermo i proprietari delle vetture hanno scoperto i furti e i danneggiamenti, denunciando l’accaduto alle forze dell’ordine.

News Correlate