sabato, 26 Settembre 2020

Sib: a causa del maltempo un agosto disastroso

In spiaggia presenze e consumi diminuiti dal 10 al 40%

Il maltempo, che nelle ultime settimane ha imperversato su buona parte della penisola, sta compromettendo la stagione turistico-balneare 2006. Lo ha riferito Riccardo Borgo, presidente del S.I.B. Sindacato Italiano Balneari aderente a F.I.P.E./Confcommercio. “Ai mesi di giugno e luglio caratterizzati da segnali positivi si contrappongono i primi 20 giorni di agosto contraddistinti da tempo molto incerto che hanno scoraggiato numerosi turisti a trascorrere le giornate in spiaggia”. Risultato: gli stabilimenti balneari registrano una flessione che varia dal 10 fino al 40%, con punte addirittura del 60-70% in alcune regioni come la Liguria, la Calabria e la Toscana. “Siamo seriamente preoccupati di questa situazione – ha continuato Borgo – oltretutto le mareggiate hanno eroso i litorali in diverse località costiere e molti stabilimenti balneari sono stati costretti a ridurre le attrezzature in spiaggia. Forse a fine luglio siamo stati troppo ottimisti nel valutare l’andamento della stagione, non avevamo fatto i conti, infatti, con un agosto assolutamente anomalo”. Secondo Borgo, “dopo l’ennesima stagione negativa, è assolutamente necessario studiare nuovi servizi e nuove offerte in grado di anticipare e allungare l’attività delle imprese balneari anche al di fuori dei canonici mesi estivi”.

News Correlate