giovedì, 5 Agosto 2021

Sicilia: buone le previsioni per il settore nei prossimi anni

Porretto ammonisce: “Attenzione ai nuovi concorrenti nel Mediterraneo”

Entro 20 anni il settore turistico raggiungerà livelli di crescita significativi ma i Paesi europei e mediterranei dovranno fare i conti con concorrenti temibili. Queste le previsioni di Agostino Porretto, direttore generale dell’assessorato al Turismo della Regione Siciliana che alla luce delle stime dell’Organizzazione Mondiale del Turismo, annuncia: “Da qui al 2020 l’Europa vedrà diminuire la sua quota nel mercato turistico mondiale al 46% del totale (sia pure con un raddoppio delle presenze turistiche), e ciò a causa dei nuovi scenari concorrenziali. Per quanto riguarda i paesi del Mediterraneo, l’OMT prevede nel 2010 una crescita degli arrivi del 2,8%, – continua Porretto – ma una riduzione della quota di mercato dal 30 al 25%. Infatti, secondo l’OMT, la spinta alla globalizzazione del mercato turistico mondiale non comporterà una diminuzione dell’interesse per le attrattive locali, tenuto conto della propensione dei turisti europei verso mete “domestiche”, prossime ai luoghi di residenza abituale”. Quindi, per svilupparsi in un contesto turistico globale, la Sicilia deve individuare le strategie per vincere la sfida particolarmente agguerrita che si profila nell’area del Mediterraneo. Croazia, Serbia, Turchia e Libano hanno registrato negli ultimi anni tassi di incremento particolarmente significativi, superiori alla media europea che non possono essere ignorati.

News Correlate