giovedì, 28 Gennaio 2021

Sicilia, no alle vecchie navi Siremar

Cuffaro: “Senza intervento governativo, si rischia danno all’economia turistica”

La Regione siciliana ha espresso parere negativo all’approvazione della variante al piano
quinquennale per i collegamenti marittimi della società Siremar. Lo ribadisce il presidente della Regione, Salvatore Cuffaro, che ha inviato una lettera ai ministeri delle Infrastrutture e dei trasporti, dell’Economia e delle finanze e delle Attività produttive. Cuffaro sottolinea come “dalle proposte di variante avanzate emerge la riduzione generale dei servizi e il mancato completamento del rinnovo del parco mezzi, malgrado l’impegno a sostituire i mezzi navali obsoleti e inadeguati riservati alla Sicilia”. “Se queste proposte – scrive Cuffaro – dovessero essere rese esecutive, verrà arrecato un notevole danno all’economia della Sicilia in termini di flussi turistici da e per le isole minori”. Il presidente della Regione, chiede, infine, “di conoscere per tempo le iniziative che saranno intraprese, sia in relazione al superamento dell’odierna emergenza, che in vista alla scadenza
delle convenzioni con le società di navigazione Tirrenia e Siremar, e nell’immediato – conclude – quali iniziative saranno assunte affinché il servizio che dovrà essere garantito alle popolazioni delle isole minori della Sicilia corrisponda agli standard ed ai livelli di efficienza e dignità cui hanno diritto tutti i cittadini siciliani e dei turisti che scelgono la Sicilia e le sue isole come meta delle loro vacanze”.

News Correlate