sabato, 6 Marzo 2021

Siracusa, bonifica della zona costiera

Matteoli: rilancio turistico e archeologico del territorio

Sono in arrivo 112 milioni di euro per bonificare la zona costiera tra Priolo e Siracusa. Il finanziamento, infatti, e’ previsto da un accordo di Programma Quadro firmato dai ministri dell’Ambiente e dell’Economia, dalla Regione Sicilia e dal Commissario regionale per l’emergenza rifiuti. L’obiettivo e’ la riqualificazione ambientale della Rada di Augusta e del Porto Grande di Siracusa, una zona ricca di storia cultura, archeologia e beni ambientali. L’accordo, in particolare, prevede la messa in sicurezza di emergenza della rada di Augusta, mentre al Porto Grande di Siracusa sono previsti interventi per la riqualificazione delle aree a terra per mitilicoltura. In programma anche la riqualificazione del Porto Piccolo, del suo patrimonio archeologico e delle spiagge. Inoltre, saranno realizzate barriere per la protezione dall’erosione costiera delle scogliere e verra’ effettuata la riqualificazione ambientale e la rinaturalizzazione della Riserva Ciane-Saline. Infine, sara’ ripristinato il canale di collegamento e i fondali tra Porto Piccolo e Porto Grande. “Questo accordo – ha affermato il ministro dell’Ambiente, Altero Matteoli – crea i presupposti per il rilancio dell’economia locale e l’avvio di un processo di sviluppo sostenibile che valorizzi le potenzialita’ economiche locali. Gli interventi di messa in sicurezza e bonifica che saranno realizzati, infatti, renderanno possibili gli investimenti previsti nell’area da parte di soggetti pubblici e privati per il rilancio turistico e archeologico del territorio, ma anche per attivita’ portuali ambientalmente sostenibili”.

News Correlate