sabato, 23 Gennaio 2021

Sulle tracce di Marco Polo con i Viaggi dell’Elefante

Viaggio lungo la via della Seta per celebrare i 750 anni dalla nascita del viaggiatore veneziano

L’occasione dei 750 anni dalla nascita di Marco Polo, non poteva passare inosservata. Durante tutto il 2005 si stanno svolgendo eventi e incontri in tutta Italia, in ricordo del mitico viaggiatore veneziano.
Per celebrare degnamente l’evento, Viaggi dell’Elefante propone tre diversi itinerari sulla Via della Seta.
Dal 1° secolo d.C. carovane di mercanti hanno iniziato a percorrere le steppe e i deserti dell’Asia Centrale, portando dalla Cina all’India e al Vicino Oriente i prodotti nobili dell’Impero: seta, porcellane e altri artefatti di alto costo, e riportando indietro non solo prodotti occidentali, ma anche idee religiose, filosofiche e artistiche. Lungo questo percorso crebbero delle culture-ponte a cavallo tra l’India e la Cina, che oggi vengono chiamate culture della Serindia.
L’itinerario che presentiamo qui di seguito include Dunhuang, nel Deserto del Gobi, con i favolosi templi rupestri chiamati “Grotte di Mogao”; l’oasi di Turfan, con le rovine delle antiche capitali di Gaochang e Jiaohe; Kashgar, la maggiore oasi-mercato del Centro Asia; la traversata del Pamir e del Karakorum; le valli montane di Hunza e Gilgit; l’alto corso dell’Indo; Islamabad, capitale del Pakistan. Il viaggio si conclude con la visita di Lahore, città d’arte del Pakistan, una delle capitali dell’Impero Mogol.
Prossime partenze: 13 e 20 Agosto, 10 e 24 Settembre.
VIA DELLA SETA, 17 GIORNI, 12 – 28 AGOSTO 2005
Rispetto alle partenze del 13 e 20 Agosto, questo viaggio, dal contenuto identico, è però operato alla rovescia: si visita infatti prima il Pakistan, poi la Cina
Le tappe sono: Lahore-Islamabad- Besham-Gilgit – Hunza in Pakistan, e poi Tashkorgan-Lago Karakul-Kashgar-Urumqi –Turfan – Dunhuang – Pechino in Cina
GRAN VIAGGIO LUNGO LA VIA DELLA SETA, 22 giorni
Questo viaggio dura 22 giorni anziché 18, perché in Cina include, oltre alle visite dello Xinjiang, di Kashgar e dell’altopiano del Pamir, anche un breve itinerario nel Corridoio del Gansu, che separa la Cina Han dalle steppe e i deserti dell’Asia Centrale. Da Lanzhou, capoluogo della provincia del Gansu, una deviazione porta a Labrang, un tempo il più famoso e più ricco monastero lamaista della Cina. Sulla via del ritorno, una sosta a Binglingsi consente di ammirare le Grotte dei Mille Budda, disseminate su un’area di due chilometri. Il viaggio prosegue per Dunhuang seguendo idealmente le carovaniere della Via della Seta che conducevano in Pakistan.
“Viaggio Avventura” per lunghi spostamenti in pullman e per alcune sistemazioni in alberghi modesti.
Partenza 2005: 9 Agosto.

News Correlate