sabato, 16 Gennaio 2021

Tagli alle Eolie, i sindaci annunciano proteste

Attenderanno fino a giovedì quando è in programma incontro Bianchi-Prodi

Attenderanno fino a giovedì prossimo i sindaci delle isole Eolie, giorno in cui è in calendario un incontro tra il ministro Bianchi e il presidente del Consiglio, Romano Prodi, prima di cominciare la protesta contro la riduzione dei collegamenti navali con Napoli. “Abbiamo appreso una cosa tristissima e per noi allarmante – ha detto il sindaco di Leni, uno dei tre comuni dell’isola di Salina, Antonio Podetti – cioè che il ministro pensava che la sospensione della riduzione dei collegamenti fino al 30 settembre riguardasse tutte le isole, invece, il provvedimento non comprende le Eolie”. Bianchi, infatti, ha dichiarato che “i tagli sono stati determinati dal fatto che il governo Berlusconi ha tolto circa 35 milioni di euro dalla Finanziaria 2006. Appena insediato ho sospeso il provvedimento sino al 30 di settembre. Dopo quella data – ha continuato Bianchi – il problema non riguarderà più la disponibilità finanziaria, ma riguarderà il fatto che per la normativa europea non ci dovranno essere più aiuti di stato alla compagnia ‘Tirrenia’ in tutte le sue articolazioni. Bisognerà comunque fare in modo che nella Finanziaria si possano trovare 70 milioni di euro per assicurare così il proseguimento dei collegamenti”.

News Correlate