lunedì, 17 Gennaio 2022

Taormina si conferma in controtendenza anche a Settembre

Cresciute le presenze del 4,61% nonostante la contrazione degli arrivi (-1,80%)

I dati relativi al mese di Settembre confermano, così come già avvenuto a luglio ed agosto, la tendenza diversa, rispetto al resto del Paese, della destinazione Taormina sul mercato dei viaggi: +4,61% di presenze rispetto allo stesso mese del 2004, pur con una flessione dell’1,80% sugli arrivi. Come dire comunque che cresce la permanenza media del turista. In particolare, mentre il turismo italiano registra una flessione del 4,71%, la crescita riguarda i flussi provenienti dall’estero che fanno segnare un +6,48%, con in evidenza il +95,14% di russi, con una conferma della crescita sul turismo di marca scandinava (Danimarca +3,55%, Finlandia +30,74%, Svezia +1,93%), anglosassone con un +3,08% nel Regno Unito, la ripresa dei flussi dagli Stati Uniti (+12,91%) e dalla Germania (+14,10%) e la diminuzione sul mercato del Giappone (-3,88%).
Il totale del periodo gennaio/settembre presenta una flessione complessiva dello 0,88%, dato da +0,15% sul fronte degli stranieri e -3,99% sul fronte degli italiani. Si conferma anche a settembre che l’incremento riguarda esclusivamente le strutture ricettive a 4 stelle (+6,77% nel mese in esame, +4,93% nei primi 9 mesi) e 5 stelle (+16,02% a settembre, + 5,52% nei primi 9 mesi), e gli esercizi complementari -agriturismo e bed and breakfast, che presentano un incremento del 15,23%, pur rappresentando soltanto poco più del 3% sulle presenze turistiche complessive.

News Correlate