domenica, 20 Settembre 2020

Tappa a Palermo per la XVII Rassegna del Mare

Convegni su turismo, crocieristica e pesca su una nave che fa rotta nel Mediterraneo

Una edizione itinerante, quella di quest’anno, per la XVII Rassegna del Mare. Nel corso della manifestazione, in programma da venerdì 10 a martedì 14 novembre, infatti, si parlerà di turismo e crociere nel mediterraneo, di pesca, collaborazione tra i Paesi dell’area mediterranea, parchi e aree marine protette, non solo a terra, a Tunisi e Civitavecchia, ma anche sulla nave Excelsior di Grandi navi Veloci che, partendo da Civitavecchia, farà tappa a Palermo, Tunisi e Malta, per poi fare ritorno a Genova. Promossa dall’associazione Mareamico con la collaborazione e il sostegno del Ministero per l’Ambiente e del Ministero per le Politiche Agricole e in collaborazione con Castalda Ecolmar, la manifestazione è stata resa possibile anche grazie alla collaborazione del Governo Tunisino e della Regione Sicilia. “E’ la prima volta – ha dichiarato Pino Lucchesi, presidente di Mareamico – che una nave da crociera diventa palcoscenico di un ampio dibattito tra professori universitari, esperti, giornalisti, operatori del mare, per discutere del Mediterraneo come un “unicum”, come una rete di relazioni, come un unico biosistema composto da natura, mare, uomini, professioni, civiltà e culture”. Si parte, quindi, venerdì pomeriggio, presso la sala conferenze dell’Autorità Portuale di Civitavecchia, con il convegno “Turismo ed economia. Crocieristica, portualità, vecchie e nuove caratteristiche di un settore che cambia”. In serata avrà luogo l’imbarco sulla Excelsior, diretta a Palermo e Tunisi. Ed è proprio a Palermo che sabato si svolgerà il convegno “Pesca e acquicoltura”, in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, con la Regione Sicilia e l’Università degli Studi. Domenica mattina, invece, a Tunisi, è previsto un convegno diviso in due sessioni: la prima dedicata alla istituzione del parco transfrontaliero italo-tunisino, la seconda su “Cooperazione tra il Parco trans-frontaliero italo-tunisino e le aree protette del Mediterraneo”.

News Correlate