sabato, 19 Giugno 2021

Tci dà bandiera arancione a Mussomeli e Sutera

Nasce l’associazione dei paesi più belli dell’entroterra

Nascerà sabato prossimo a Dolceaqua (Imperia) l’Associazione dei Comuni della Bandiera arancione, della quale fanno parte 18 più bei paesi italiani dell’ entroterra ‘certificati’ dal Touring club Italia. Tra questi ci sono anche due località siciliane, entrambe del nisseno: Mussomeli e Sutera.
La Bandiera Arancione è il ‘marchio di qualita’ turistico e ambientale con il quale il Tci premia le località dell’ entroterra che dimostrano di saper valorizzare le proprie risorse turistiche (arte e cultura, paesaggio e natura, tradizioni e accoglienza, patrimonio enogastronomico, artigianato) senza compromettere l’ ambiente, il contesto socio-culturale, l’ identità locale.
Mussomeli (11.330 abitanti), situato al centro di un vasto e fertile territorio, venne fondato col nome di Manfreda nel sec. XIV. Alla periferia del territorio è presente lo splendido castello di Chiaromonte. Nella seconda metà del Cinquecento Mussomeli visse un periodo di grande floridezza, come testimoniano le chiese, i conventi e i palazzi sorti in questo periodo. Ricche di capolavori artistici di rara bellezza, infatti, sono le chiese di Mussomeli, tra cui la chiesa madre costruita nel XV secolo, la chiesa di Maria SS. dei Miracoli edificata nel XVI secolo e la chiesa di Santa Margherita costruita tra i secoli XV e XVI.
Sutera (1.798 abitanti), centro agricolo posto nella valle del fiume Platani, è inserita in un contesto territoriale di grande interesse e suggestione. L’ area su cui si sviluppa il comune è ricca di tracce lasciate dalle diverse popolazioni e culture che nei secoli si sono succedute: da quelle indigene dell’ epoca preistorica ai greci di Gela e di Agrigento, dai bizantini ai normanni. Molte le attrazioni di carattere storico-religioso, tra cui il santuario di San Paolino, costruito nel 1615 e addossato al monastero che risale allo stesso periodo e la Chiesa Madre, dedicata all’ Assunta, costruita sui ruderi dell’ antica moschea, rifatta nel ‘700 in stile tardo-barocco.

News Correlate