sabato, 4 Dicembre 2021

Thermalia, è il termalismo del benessere la nuova frontiera

Gli imprenditori chiedono però la messa a regime della legge 323/2000

E’ il ”termalismo del benessere” la nuova frontiera del turismo termale, secondo quanto emerso alla quindiceima edizione di ‘Thermalia Italia’, borsa
internazionale del turismo termale e del benessere che si è tenuta ad Ischia.
Accanto al fondamentale termalismo terapeutico che utilizza le proprietà curative delle acque termali è sorta e riceve costante impulso una nuova pratica salutistica che, giovandosi delle originali naturalità dei trattamenti, ha portato le aziende italiane e straniere del settore ad ampliare e completare la propria offerta con il ”fitness” o ” termalismo del benessere”. Un periodo trascorso alle terme può essere determinante per recuperare l’ equilibrio psico-fisico compromesso dalle condizioni di vita stressanti e per restituire all’ individuo la forma migliore. Ma – attenzione – il ”fitness” non può sostituire il ”termalismo scientifico” che anzi acquista sempre più approcci multidisciplinari soprattutto per gli interventi di riabilitazione, rieducazione e riattivazione. La manifestazione si è tenuta nell’isola verde per iniziativa della Regione Campania e dell’ Enit e vi hanno preso parte circa 1.500 addetti ai lavori tra cui 80 tour operators provenienti da 18 Paesi, 75 espositori ed oltre 200 medici. Proprio nei convegni scientifici collaterali alla mostra espositiva – ”Termalismo terapeutico e benessere” e ” Terme e
benessere: ieri, oggi e domani – è stata sottolineata la necessità di coniugare l’antico ed il nuovo del termalismo per affrontare le sfide della grande competizione fra i diversi ”turismi” (termale, balneare, culturale) e le diverse località del mondo per presentare una offerta ”completa”. Alle assise hanno preso parte studiosi, rappresentanti del governo, amministratori pubblici, politici ed imprenditori – fra i quali il ministro della Salute, Girolamo Sirchia, Giuseppe Nappi, direttore della scuola di specializzazione di idrologia medica dell’ Università di Milano, Enrico Lampa, direttore della scuola di specializzazione in idrologia medica della seconda Università di Napoli, il senatore Salvatore Lauro, il sindaco d’Ischia, Giuseppe Brandi, il presidente dei termalisti di Ischia, Giuseppe Di Costanzo. In particolare è stata sottolineata da parte degli imprenditori italiani del settore la necessità di una rapida ” messa a regime” della nuova legge n.323 del 2000 sul ” riordino del sistema termale” con primario riguardo a quegli aspetti qualitativi come il marchio di qualità per le terme italiane, i programmi di ricerca scientifica, la valorizzazione della medicina termale nelle Università.

News Correlate