domenica, 7 Marzo 2021

Thermalia, Toscana e Campania regine d’Italia

Nel 2004 più della metà degli stranieri sceglierà Montecatini e Ischia

Il 52,5% della domanda straniera di vacanze termali sarà rivolta nel 2004 alle località della Campania e della Toscana con, in testa, rispettivamente, l’isola d’Ischia e Montecatini. Il dato è emerso da un’indagine sui trend di acquisto del prodotto termale italiano, effettuata su un campione qualificato di 61 buyers stranieri in rappresentanza di 17 Paesi, che hanno preso parte alla due giorni del workshop di ”Thermalia Italia”, la quattordicesima Borsa internazionale del turismo termale e del benessere promossa dall’assessorato al Turismo della Regione Campania. L’indagine ha evidenziato che il 75 per cento della domanda
di vacanze termali degli operatori Usa è rivolta alla Toscana, mentre russi e giapponesi continuano a preferire le offerte di Ischia ed Abano. Chianciano, sempre in Toscana, è invece la località emergente tra le opzioni dei tour operator tedeschi. Il workshop ha visto una crescita delle contrattazioni di circa il 23% rispetto all’edizione 2002, grazie ad un numero molto elevato (oltre 650) di incontri mirati tra gli albergatori, gli agenti di viaggio e gli imprenditori italiani. Tra le novità di quest’anno, c’è da registrare una crescita di interesse verso il termalismo italiano da parte dei Paesi dell’Europa del Nord e Scandinavi, a partire dalla Svezia. Ma l’isola di Ischia, l’ottava d’Italia per estensione, oltre all’inestimabile patrimonio costituito dalle 103 sorgenti, 69 gruppi fumarolici, 29 gruppi termali è anche un luogo straordinario per i naturalisti. I ”sentieri delle lucertole” sono stati presentati nel corso di Thermalia: si tratta di itinerari tra le bellezze dell’isola, tutti contrassegnati da una lucertola colorata. Nella mappa figurano il sentiero del grande Cratere, il sentiero delle antiche cantine, il sentiero del Santuario, il sentiero delle Baie.

News Correlate