lunedì, 25 Gennaio 2021

Tirrenia, no alla svendita

L’ad Pecorini possibilista sulla privatizzazione

Dopo le polemiche di questi giorni sui i bilanci in rosso e i finanziamenti statali, la Tirrenia, attraverso l’ad Franco Pecorini, ha detto si’ alla privatizzazione, purche’ non si trasformi in una “svendita”. “Non mi oppongo alla privatizzazione della Tirrenia – ha affermato Pecorini – ma di sicuro non ho alcuna intenzione di regalarla”.
Secondo fonti sindacali, inoltre, a causa del taglio dei fondi stanziati dal Governo, la compagnia starebbe pensando ad un piano di ridimensionamento. Intanto, continuano ad arrivare critiche da parte degli armatori privati. Per Manuel Grimaldi, dell’omonimo gruppo napoletano, la societa’ ha perdite elevatissime, pari a 150-200 milioni di euro, che vengono ripianate dallo Stato. “Non c’e’ nessuna trasparenza – ha affermato Grimaldi – per ogni linea che Tirrenia gestisce, dovrebbe essere fatta una regolare gara. Si vedra’ nel 2008, quando dovra’ essere data al mercato”.

News Correlate