sabato, 27 Febbraio 2021

Trasporto aereo, biglietti più cari dal 2008

Aumenti di 10 euro a tratta se Bruxelles inserirà compagnie in mercato quote CO2

La Commissione Ue punta ad
includere il settore aereo nel sistema europeo di commercio
delle emissioni di gas nocivi. La proposta si prevede verra’
adottata domani, in occasione della consueta riunione
settimanale dell’esecutivo europeo.
Il mercato di compravendita dei permessi ad immettere
nell’aria Co2 e altri gas ad effetto serra, lanciato dall’Unione
europea all’inizio del 2005 nell’ambito del protocollo di Kyoto,
prevede che le imprese piu’ inquinanti, se superano determinati
limiti nell’emissione di biossido di carbonio, possano
acquistare ‘diritti’ e ‘quote’ da altre aziende piu’ virtuose.
Allo studio, per coinvolgere finanziariamente il settore
aereo in questa gestione attiva del problema dell’inquinamento,
vi sono tre modalita’: una tassa specifica, un extra sul
biglietto aereo oppure l’inclusione vera e propria delle
compagnie aeree nel sistema di trading di emissioni.
La Commissione europea, e in particolare il commissario
all’Ambiente, Stavros Dimas, si sono ripetutamente pronunciati a
favore della terza possibilita’. Anche perche’ l’ipotesi di una
tassa ad hoc e’ gia’ stata avanzata dai ministri finanziari
dell’Ue per finanziare la raccolta di fondi per l’aiuto ai paesi
in via di sviluppo.
La partecipazione del settore aereo al sistema europeo di
commercio delle emissioni di gas nocivi potrebbe avvenire a
partire dal 2008 e, secondo studi della Commissione, potrebbe
far aumentare il prezzo dei biglietti fino a 9-10 euro per
tratta.

News Correlate