domenica, 17 Gennaio 2021

Trasporto aereo, dal 2006 si naviga su Internet anche tra le nuvole

La Commissione Tlc prende tempo invece sul versante cellulari

Navigare su Internet sospesi tra le nuvole e seduti comodamente in aereo sara’ presto realta’. La Commissione Federale per le Comunicazioni statunitense ha dato il proprio via libera all’utilizzo di collegamenti alla rete all’interno dei velivoli commerciali aprendo una nuova strada alla piena connettivita’. L’utilizzo del web in aereo – possibile a partire dal 2006 – e’ stato votato all’unanimita’ dalla Commissione presieduta da Michael Powell decisa a rendere sempre piu’ semplici le comunicazioni ovunque ci si trovi. ”Se c’e’ un punto focale nella nostra azione – ha osservato lo stesso Powell – e’ quello di volere portare le nuove tecnologie a terra, in cielo e in mare. Stiamo ampliando gli
orizzonti – ha aggiunto – in modo da portare l’era dell’informazione ai quattro angoli del pianeta”. Senza tentennamenti sul fronte di Internet in aereo, la
Commissione federale si e’ mostrata invece piu’ cauta sulla possibilita’ di eliminare il bando alle comunicazioni cellulari all’interno dei velivoli. Nonostante ci si attendesse la luce verde, i membri della Commissione – preoccupati dalle possibili interferenze delle onde elettromgnetiche sulla strumentazione di bordo e dalla necessita’ di mantenere una sorta di codice di comportamento – hanno deciso di lasciare la scelta ai viaggiatori e di avviare
un periodo aperto ai pubblici commenti prima di decidere se autorizzare o meno l’uso dei telefonini sugli aerei. ”La possibilita’ di comunicare – ha sottolineato il consigliere Jonathan Adelstein – e’ certo una possibilita’
vitale, tuttavia e’ essenziale vi sia una certa etichetta nelle conversazioni con il cellulare. Il nostro compito – ha concluso – e’ quello di vedere se sia una cosa fattibile”. In attesa di conoscere la posizione in merito da parte dei
singoli cittadini le comunicazioni cellulari in aereo non dovrebbero creare troppi problemi dal punto di vista tecnico: proprio lo scorso luglio la produttrice di apparecchi mobili Qualcomm e la compagnia aerea American Airlines hanno sperimentato le comunicazioni cellulari terra-aria, riportando risultati estremamente lusinghieri. La prova, effettuata sui cieli del Texas, aveva ottenuto il via libera della Commissione Federale per il Commercio e dell’Amministrazione per il trasporto aereo. Tecnici della Qualcomm avevano compiuto diverse telefonate a bordo di un velivolo della American Airlines ottenendo risultati piu’ positivi e aprendo il fronte ad un giro di affari estremamente interessante: secondo la societa’ Sky Way Aircraft il mercato
dei telefonini terra-aria e’ destinato a toccare gli 8 miliardi di dollari entro il 2007.

News Correlate