sabato, 6 Marzo 2021

Trasporto aereo, la Faa rinnova l’invito a pesare i passeggeri

L’errato calcolo del peso, bagagli compresi, sarebbe causa di incidenti

I passeggeri degli aerei e i loro bagagli pesano sempre di più e i calcoli errati sul loro peso possono provocare sciagure aeree: è una delle indicazioni che emergono dalle conclusioni dell’inchiesta dell’ente federale americano sulla sicurezza dei voli su un incidente di un anno fa nella Carolina del Nord. Gli investigatori federali hanno rinnovato l’appello alle compagnie aeree a pesare i passeggeri prima dell’imbarco. Secondo il National transportation safety board (Ntsb), volare sarebbe più sicuro se le compagnie periodicamente facessero salire anche i passeggeri sulla bilancia, per essere sicuri del peso. Già un anno fa la Faa, l’ente federale per il volo, aveva raccomandato alle compagnie di fare maggiori accertamenti sul peso, ordinando una verifica delle procedure. L’8 gennaio 2003, un Beech 1900 con 21 persone a bordo era precipitato pochi istanti dopo il decollo a Charlotte, nella Carolina del Nord, senza lasciare sopravvissuti. Secondo l’indagine della Ntsb, una delle cause principali dell’incidente fu che il peso di passeggeri e bagagli era superiore a quello comunicato ai piloti, che si trovarono subito in difficoltà nel controllare l’aereo. Un problema nel cablaggio dei flap sulle ali impedì poi ai piloti – secondo l’inchiesta – di riacquistare il controllo
dell’aereo. Lo scorso anno la Faa aveva raccomandato alle compagnie aeree di aggiungere 4,5 kg alle stime medie del peso dei passeggeri e 2,2 kg alle stime dei loro bagagli, per far fronte all’aumento del peso complessivo che gli aerei devono sopportare, secondo gli ultimi studi. Adesso l’Ntsb insiste sulla necessità di far salire quando possibile anche i passeggeri sulla bilancia.

News Correlate