mercoledì, 3 Marzo 2021

Trasporto aereo, la Sita lancia il check-in sul cellulare

Il nuovo sistema sarà sperimentato a dicembre e disponibile nel 2005

Fare il check-in direttamente sul proprio telefonino senza perder tempo e pazienza nelle code all’aeroporto dovrebbe essere presto possibile: basterà
chiamare ad esempio dal taxi per poter procedere al check-in, selezionando sullo schermo il volo e il posto a sedere, spiega Francesco Violante, Managing Director della Sita Inc (Information Networking Computing) specializzata appunto nei servizi applicativi per l’industria aeronautica. Il nuovo servizio per i passeggeri – presentato ieri a Ginevra – sarà sperimentato già il mese prossimo e la sua disponibilità è prevista nel corso del 2005, afferma un comunicato della Sita Inc che ha elaborato il nuovo servizio in collaborazione con la Siemens Business Services. Per i promotori non vi è dubbio che il nuovo sistema non solo ridurrà le file al check-in, rendendo la vita più semplice ai passeggeri, ma ridurrà anche i costi con un investimento ”minimo” per le
compagnie aeree.”Per le compagnie aeree la semplificazione dei rapporti offre un vantaggio competitivo. Più è semplice il rapporto, più vantaggi si hanno in termini di fidelizzazione e riduzione dei costi”, ha detto Violante. Gli utenti di questo nuovo servizio dovrebbe essere soprattutto le persone che
viaggiano molto. In pratica, la procedura è semplice. Grazie ad una nuova applicazione – ha spiegato il responsabile della Sita – sarà possibile con il cellulare consultare l’elenco dei voli in partenza, selezionare il proprio, ma anche il posto a sedere grazie alla mappa dei posti disponibili su una mappa. Dopo la conferma, il cliente riceve un codice barra e all’aereoporto basterà recarsi in una delle stazioni predisposte e dotate di scanner per ottenere, in circa 20 secondi, la carta di imbarco. ”Se si hanno bagagli basterà segnalarli nel colloquio tra il cellulare ed il sistema e recarsi in un appososito punto per la loro registrazione”, afferma Violante. La prima a sperimentare
il nuovo servizio sarà la compagnia latino-americana Tam. Il progetto – spiega la Sita – è stato presentato a margine della conferenza ‘Simplifying the Business’ organizzata a Ginevra dalla Iata (Associazione internazionale dei trasporti aerei), ma non figura tra i progetti ufficialmente promossi dall’organizzazione. Aprendo la Conferenza, il direttore generale della Iata Giovanni Bisignani ha sottolineato l’importanza di sfruttare la tecnologia, per migliorare i servizi e ridurre i costi. Tra i progetti già approvati dalla Iata quello di promuovere il biglietto aereo elettronico. L’e-ticketing, secondo la Iata, potrebbe ridurre di tre miliardi di dollari i costi annuali del settore.

News Correlate