martedì, 24 Novembre 2020

Trasporto aereo, le nuove sfide di Bruxelles a tutela dei consumatori

Più sicurezza per le compagnie aeree e diritti per le persone a mobilità ridotta

Bruxelles lancia nuove sfide per migliorare la qualita’ del servizio ai passeggeri, nel giorno dell’entrata in vigore della nuova Carta dei diritti dei passeggeri che viaggiano in aereo. Bisogna creare, ha spiegato il commissario europeo ai trasporti, Jacques Barrot, ”una lista delle compagnie a
rischio” per mettere i passeggeri al riparo da brutte sorprese quando salgono in aereo. E’ necessario poi permettere ”alle persone anziane e agli handicappati di volare in tutta tranquillita’ beneficiando di un’assistenza gratuita a terra e a bordo”. Per migliorare la qualita’ dei servizi Bruxelles pensa anche a chi viaggia in tutta Europa con mezzi diversi. Per queste persone – dice Barrot – vorremmo creare una ”biglietteria unica, che fornisca un unico biglietto per l’intero percorso e metta a disposizione le informazioni necessarie”.
Tredici mesi dopo il dramma di Sharm-el-Sheikh (Egitto) dove morirono 148 turisti, Bruxelles propone una risposta per rafforzare i diritti dei passeggeri.
Tutti gli stati membri dovrebbero pubblicare il nome delle compagnie a cui e’ vietato continuare a volare o di quelle i cui voli sono limitati per motivi di sicurezza. La Commissione potrebbe fornire l’elenco completo, sempre aggiornato, e renderla nota, ad esempio via internet. Questi elenchi sarebbero a disposizione delle agenzie di viaggio e degli aeroporti per consentire ai viaggiatori di consultarli soprattutto in caso di subappalto dei vettori.
Bruxelles vuole mettere fine alle discriminazioni: persone non vedenti non sono state accettati sugli aerei perche’ non in grado di allacciarsi le cinture di sicurezza. O ancora – come e’ avvenuto in Gran Bretagna – il pagamento da parte di un handicappato della sedia a rotelle per il trasporto in aereo. L’uomo ha presentato ricorso e ottenuto grazie alla giustizia britannica un risarcimento di 1.300 sterline. Con la nuova proposta, una persona a mobilita’ ridotta non
vedra’ piu’ rifiutarsi una prenotazione o l’accesso a bordo. Avra’ diritto inoltre, ad un’assistenza gratuita nell’aeroporto e sull’aereo. E’ previsto anche l’imbarco di cani guida.
Per chi viaggia in Europa con mezzi di trasporto diversi, Bruxelles propone un unico biglietto e un unico punto per ricevere tutte le informazioni necessarie.
L’idea e’ di iniziare con i trasporti aereo e ferroviario per assicurare ai viaggiatori la continuita’ nei loro spostamenti all’interno dell’Ue e nelle migliori condizioni.
Bruxelles propone ugualmente di estendere i diritti dei passeggeri a tutti i tipi di trasporto, in particolare quello marittimo e quello internazionale su strada (con pullman e autobus). Per i diritti dei passeggeri nel trasporto ferroviario internazionale, la Commissione auspica che le proposte gia’ all’esame dei ministri dei trasporti dell’Ue e del Parlamento europeo siano approvate al piu’ presto.

News Correlate