lunedì, 19 Aprile 2021

Trasporto aereo, l’Enac chiede più potere per le sanzioni

Riggio, c’è bisogno di un provvedimento legislativo per aeroporti più efficienti

L’Enac dovrebbe avere un maggiore potere sanzionatorio. Ne e’ convinto il presidente dell’Ente, Vito Riggio, secondo il quale ”c’e’ bisogno di un provvedimento legislativo” che consenta all’Enac di comminare multe e sanzioni come previsto dalla legge istitutiva dell’Ente, che attualmente per spingere una societa’ a rispettare gli impegni presi puo’ o revocare la concessione o perseguire la strada della moral suasion. ”Nella legge istitutiva dell’Enac e’ previsto che l’Ente possa erogare sanzioni – ha detto Riggio nel corso di
un’audizione alla Commissione Trasporti della camera – Questo potere, pero’, dovrebbe essere sostenuto da un provvedimento di legge. Se vogliamo aeroporti piu’ efficienti abbiamo bisogno di risorse, sia monetarie sia umane”. Ed anche di un potere maggiore: ”Che senso ha avere un’authority che non puo’ infliggere sanzioni?”, ha sottolineato Riggio, ricordando di aver chiesto al ministero della Funzione Pubblica la possibilita’ di assumere nuova forza lavoro, senza avere finora ricevuto risposta. Descrivendo il sistema aeroportuale italiano, il presidente dell’Enac ha detto che e’ ”scoriandolato e parcellizzato” e, sulla base di queste considerazioni, non e’ attualmente in programma l’apertura di nuovi aeroporti, che ”non sarebbero sostenibili ne’ economicamente ne’ in termini di traffico passeggeri”.

News Correlate