giovedì, 3 Dicembre 2020

Trasporto aereo, perdite per sei miliardi di dollari

La Iata prevede piu’ ispezioni per i vettori aderenti all’organizzazione

Per la Iata, l’organizzazione mondiale delle Compagnie Aeree, adesso la priorita’ va alla sicurezza dei voli. Nel 2005, le perdite per il trasporto aereo sono stata pari a sei miliardi di dollari e per il direttore generale della Iata, Giovanni Bisignani, e’ necessario evitare che gli incidenti della scorsa estate facciano pensare che l’aereo non sia un mezzo sicuro. Anzi, ricorda che il 2004 e’ stato l’anno piu’ sicuro della storia dell’aviazione. Le perdite, quest’anno, sono state ingenti, ma si spera di ridurle a 4,3 miliardi nel 2006, per tornare poi ai profitti nel il 2007. La situazione, comunque, varia da paese a paese. Per le compagnie del Nord America, ad esempio, la perdita e’ stata di dieci miliardi di dollari, mentre in attivo sono Europa e Asia. La prima con profitti per 1,3 miliardi, la seconda con guadagni pari a 1,5 miliardi.
Per correre ai ripari, l’associazione ha deciso di puntare ancora di piu’ sulla sicurezza, incentivando il sistema di ispezioni Iosa (Iata operational safety audit). Entro la fine del 2006, infatti, tutte le compagnie della Iata dovranno iscriversi per un audit e da fine del 2007, inoltre, l’audit sara’ una precondizione per aderire e mantenere l’iscrizione all’organizzazione mondiale delle compagnie aeree.

News Correlate