mercoledì, 19 Gennaio 2022

Trasporto aereo, premi assicurativi aumentati del 400%

Aea, proposto un fondo di mutuo soccorso denominato Eurotime

I premi assicurativi per danni a terzi causasti da terrorismo e guerra pagati dalle compagnie
aeree europee sono aumentati di circa il 400% a gennaio 2002 rispetto al settembre 2001. Lo ha affermato il segretario generale dell’Associazione delle compagnie aeree europee (Aea) Ulrich Schulte-Strathaus incontrando i giornalisti della stampa italiana. Il segretario generale ha spiegato che da ottobre 2001, cioè subito dopo gli attentati terroristici alle Torri Gemelle, a dicembre 2002 la copertura assicurativa veniva garantita dai singoli Stati alle compagnie aeree europee. Ora invece gli esecutivi degli Stati membri hanno imposto alle compagnie di tornare sul mercato. ”I premi sono decisamente aumentati rispetto al settembre 2001 – ha detto il segretario generale dell’Aea – le compagnie europee si trovano ora svantaggiate rispetto alle concorrenti statunitensi, che invece godono e godranno fino ad agosto 2003 della copertura assicurativa statale. Questo svantaggio competitivo potrà accentuarsi in caso dello scoppio della guerra in Iraq”. L’associazione si è
già rivolta ai governi dei singoli Stati membri per cercare di trovare un accordo proprio in questo senso, permettendo così alle compagnie aeree europee di poter affrontare una nuova
eventuale crisi in modo corretto, e cioè senza particolari ripercussioni in termini commerciali, operativi e finanziari. ”Ci aspettiamo – ha ribadito il segretario generale dell’Aea – che i singoli governi ci diano le giuste garanzie. Per fronteggiare la crisi attraversata dalle compagnie dopo l’11
settembre noi abbiamo anche proposto la fondazione di un fondo di mutuo soccorso denominato Eurotime. Questo progetto, che prevede la creazione di una newco per l’assicurazione delle
compagnie aeree, è stato accolto da Bruxelles ma non dai singoli governi”.

News Correlate