venerdì, 17 gennaio 2020

Trasporto aereo, Strasburgo dice no al trasferimento dati dei passeggeri al Canada

Gli eurodeputati hanno bocciato l’accordo siglato dl Consiglio

L’accordo con il Canada sul
trasferimento, nell’ambito delle misure contro il terrorismo,
dei dati dei passeggeri in volo verso quel paese, e’ stato
bocciato dal Parlamento europeo.
Una risoluzione, che ha raccolto 321 voti a favore, 53
contrari e 192 astenuti, respinge la decisione presa dal
Consiglio europeo e lo invita a non procedere prima che la Corte
di giustizia europea abbia emesso la sentenza sull’esposto
presentato dall’assemblea di Strasburgo in opposizione ad un
precedente analogo accordo con gli Stati Uniti.
Il Canada ha adottato disposizioni di legge che autorizzano
l’agenzia canadese per i servizi transfrontalieri ad acquisire
informazioni anticipate sui passeggeri e dati delle pratiche dei
passeggeri dalle compagnie aeree. Dallo scorso febbraio ha
introdotto un sistema di penalita’ fiscale in caso di mancato
rispetto della sua legislazione, con sanzioni alle compagnie in
vigore dal primo luglio.
Il Parlamento europeo, nella risoluzione, lamenta di essere
stato consultato su ”un dossier altamente complesso e sensibile
solo all’ultimo mmomento” e pur ritenendo l’accordo con il
Canada migliore rispetto a quello concluso con Washington,
denunciano che la disposizione e’ carente di trasparenza e viola
le norme di diritto su cui si fonda l’Ue.

News Correlate