martedì, 15 Giugno 2021

Trasporto aereo, un Giudice di Pace di Acireale riconosce la provvigione agli Adv

American dovrà risarcire la Scuto Viaggi.Stabilito il 12% più un 3% di indennità per maneggio denaro

Tutto da rifare sul versante provvigioni agli agenti di viaggi?. Considerati i passi in avanti unilaterali delle compagnie, che nel giro di due anni hanno azzerato le commissioni, e la sentenza di Acireale, che va in direzione opposta, sarebbe il caso di rimettersi tutti intorno a un tavolo. Al di là dei possibili sviluppi, vale la pena raccontare una vicenda che rischia di scompaginare i piani delle compagnie aeree. Tutto comincia con la denuncia di Nicola Dario Scuto che, in qualità di titolare e direttore tecnico della Scuto Viaggi e Turismo di Acireale, cita la compagnia American Airlines davanti al Giudice di Pace per il pagamento della provvigione su un biglietto Mia-Gua-Mia. Dopo una prima contestazione della richiesta, American Airlines si dichiarava disposta a pagare la somma di 128,96 Euro, somma invece rifiutata da Nicola Scuto. A quel punto il Giudice di Pace coordinatore di Acireale, l’avv. Silvestro Mirabelli, stabiliva che, avendo la compagnia riconosciuto il diritto ad avere quanto stabilito all’art 9 del contratto Iata, andava conseguentmente accolta la domanda di Scuto. Pertanto – si legge nella sentenza – “quanto concerne la determinazione della provvigione, questo Giudice, ritiene equo stabilire il 12% da applicarsi sull’importo del biglietto aereo ed il 3% da applicarsi per l’indennità per il maneggio di denaro sempre sull’importo del biglietto”. American Airlines è stata così condannata a pagare la somma di 95,89 euro, così specificata: 36,71 euro a titolo di provvigione o commissione; 9,18 euro a titolo di indennità per maneggio di denaro; 50 euro per risarcimento del danno, oltre alle spese processuali, da liquidare in favore dell’avv. Camillo il Grande (460 euro).

News Correlate