mercoledì, 23 Giugno 2021

Trenitalia convocata dal Governo

Accolte le richieste delle associazioni di categoria

Accogliendo le richieste delle Associazioni di Categoria, il Vice Ministro Mario Baldassarri ha fissato un incontro per il giorno 16 dicembre, presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, per cercare di dirimere le controversie in atto con Trenitalia e Alitalia. “Sarà l’occasione per riaffrontare, questa volta alla presenza di un interlocutore pienamente titolato, sia le problematiche relative al contratto unilateralmente imposto da Trenitalia che quelle recentissime con l’ex vettore di bandiera riguardanti il devastante taglio delle commissioni”. E’ quanto ha dichiarato Antonio Tozzi, Presidente della Fiavet, con riferimento alle determinazioni assunte dai due vettori che, se confermate, comporterebbero la chiusura di centinaia di agenzie di viaggio con il conseguente licenziamento di migliaia di addetti.
All’incontro con il Vice Ministro, la Federazione si presenterà forte non solo del consenso acquisito nel corso dell’astensione dalla vendita della biglietteria ferroviaria attuata a fine ottobre, quanto della mancata restituzione al vettore monopolista dei contratti loro inviati. Fino ad oggi, infatti, a soli 20 giorni dalla scadenza del vecchio accordo, solo una minima percentuale di agenzie, valutabile in circa il 20%, ha sottoscritto il nuovo contratto accettando passivamente quanto proposto da Trenitalia, mentre appare compatto il fronte della rimanente parte di agenzie alle quali la Federazione rinnova un caldo invito a non cedere alle continue e indebite pressioni di Trenitalia volte alla restituzione dei contratti predisposti unilateralmente dal vettore senza sentire le controparti.
“Riteniamo, ha concluso Tozzi, di avere dalla nostra parte il consenso non solo degli agenti di viaggi, ma anche degli utenti e, soprattutto, di quelli appartenenti alle categorie più deboli, di quanti non possono recarsi in stazione o non possono accedere ad internet per l’acquisto di un titolo di viaggio. La convocazione è sicuramente un fatto molto positivo e nel corso dell’incontro chiederemo prima di tutto di poter ridiscutere, questa volta bilateralmente, tutti gli aspetti della vicenda.”
Per quanto concerne, invece, le problematiche con Alitalia, il Consiglio Nazionale, constatato il diniego espresso dall’Amministratore Delegato Francesco Mengozzi a sospendere il provvedimento che dal 1° febbraio 2004 prevede la riduzione delle commissioni all’1%, ha deciso di rivolgere a tutti gli agenti di viaggio italiani un pressante invito a dirottare le vendite sui vettori che ancora riconoscono il ruolo degli agenti di viaggio remunerando il lavoro che questi svolgono. Verranno quindi studiate, unitamente con le altre Associazioni di categoria, tutte le possibili azioni atte a contrastare le determinazioni assunte da Alitalia.

News Correlate