lunedì, 18 Gennaio 2021

Trenitalia sperimenta energia fotovoltaica

E’ la prima in Europa a sperimentare questa tecnologia

Trenitalia ha deciso di sperimentare per la prima volta in Europa l’applicazione della tecnologia fotovoltaica sui treni per consentire il mantenimento in carica degli accumulatori di bordo non solo durante la marcia ma anche durante lo stazionamento dei convogli. Per questa iniziativa, denominata PVTRAIN, la Comunità Europea ha concesso un contributo di 616.000 euro nell’ambito del programma Life Ambiente, una somma che copre il 50% del costo totale del progetto. E’ quanto riporta ”Il sole a trecentosessanta gradi”, la Newsletter di ISES Italia, sezione dell’International Solar Energy Society. La sperimentazione durerà due anni e interesserà un campione di 10 tipi di carrozze, locomotori e carri merci. Verranno impiegati moduli fotovoltaici in silicio amorfo per garantire ai pannelli di essere adattati ai tetti ricurvi dei treni. L’utilizzo di tale tecnologia consentirà una sensibile riduzione dell’impatto ambientale per due motivi: la minore produzione di gas serra (per mantenere in carica gli accumulatori durante la sosta non si dovrà più ricorrere alle fonti termiche primarie) e l’aumento della durata di vita degli stessi accumulatori che non saranno più sottoposti ai cicli di carica-scarica.

News Correlate