martedì, 19 Gennaio 2021

Tsunami/2: Mezza Thailandia è pronta ad accogliere i turisti

E la compagnia Thai offre destinazioni alternative a chi ha già prenotato

La Thailandia e’ sotto shock e i danni nelle zone colpite dal maremoto sono gravissimi, ma per il turismo – tra le risorse principali del paese – c’e’ ancora posto. Le province colpite dallo tsunami sono Ranong, Phangnga, Phuket, Krabi, Satun e Trang. Ma, il resto della Thailandia (il nord e il centro) – ha sottolineato la direttrice dell’ Ente del turismo thailandese Atcharika Maneesin in una conferenza stampa all’ ambasciata della Thailandia – ”e’ completamente fuori da questa tragedia. Non c’e’ nessuna difficolta”’. E se il 40 % degli hotel di Phuket sono completamente inagibili, almeno il 20 % non sono stati toccati. ”Ci sono state tante chiamate – ha detto ancora Maneesin – per informazioni sulla possibilita’ di viaggiare in Thailandia”.
La compagnia di bandiera thailandese Thai Airways, ha sottolineato il suo direttore generale Eiwat Piyaviroj, ”sta proponendo nuove offerte senza costi aggiuntivi ai passeggeri che mantengono le prenotazioni”. ”Thai da’ la possibilita’ tramite i propri uffici ed agenti di viaggi di offrire a coloro
che non hanno cancellato le loro prenotazioni per Phuket, Phanga, Krabi, Trang, di cambiare destinazione in Thailandia o zone limitrofe come bali, Vietnam, Luang Prabang Yangon, Singapore e Hong Kong”.

News Correlate