domenica, 24 Ottobre 2021

Tsunami/3: Consumatori divisi sul comportamento dei T.O.

Per Adiconsum problema risolto, per gli altri troppe pressioni a partire e penali spropositate

Sono discordanti le segnalazioni che arrivano dalle associazioni dei consumatori in merito alle pressioni che starebbero operando molti tour operator sui
turisti per farli partire. Mentre alcuni parlano di una situazione piu’ o meno rientrata dopo i primi giorni grazie anche all’intervento delle associazione di tutela, altri segnalano centinaia di chiamate, senza pero’ voler fare i nomi
dei responsabili. ”Dopo i primi giorni dalla tragedia – spiega Paolo Landi,
segretario generale dell’Adiconsum – in cui non era ben chiaro come comportarsi sul piano del diritto, le segnalazioni da noi ricevute sulle pressioni a partire o di penali spropositate sono nettamente calate. Anche l’Astoi e la Fiavet hanno convenuto che le regole da applicare erano quelle previste dal decreto
legislativo del 95. I casi in cui ci sono stati questi comportamenti scorretti sono rientrati una volta che siamo intervenuti, segnalandoli anche all’Astoi e alla Fiavet”. Di altro avviso Elio Lannutti, presidente dell’Adusbef, aderente all’Intesaconsumatori (che raggruppa anche Federconsumatori, Adoc e Codacons). ”Ai centralini dell’Adusbef sono arrivate centinaia di segnalazioni, e migliaia a quelli di Intesaconsumatori – racconta – sia di pressioni a partire che di
penali del 60% da gran parte dei tour operator. Se non smetteranno questi comportamenti, denunceremo i responsabili, chiedendo in tribunale sia il rimborso di quanto pagato, che il risarcimento del danno”. Cosi’ anche Rosario Trefiletti, presidente Federconsumatori. ”Al nostro sportello Sos vacanze – dichiara – sono arrivate 130 denunce di persone che erano state quasi costrette a partire in strutture dichiarate agibili dai tour operator, ma comunque
nella zona del maremoto. Come e’ successo a una famiglia di Grosseto, andata ospite in televisione, che volevano mandare alle Maldive. Qui pero’ l’Astoi ci ha fatto sapere che non si trattava di un suo associato”. Ma alla richiesta di fare il nome di questo tour operator di Grosseto, e di altri su cui si erano ricevute segnalazioni, Trefiletti ha detto di non ricordare. ”E poi – ha aggiunto – se dovro’ fare qualche nome lo faro’ alla magistratura”.

News Correlate