giovedì, 21 Gennaio 2021

Turismo congressuale, Italia quinta nel mondo

Settore in espansione e nettamente più ricco

L’Italia si mantiene salda al quinto posto della classifica mondiale dei paesi che ospitano congressi
internazionali, e al quarto posto a livello europeo. Tra le città, nel mondo, che hanno ospitato un minimo di 50 congressi internazionali Roma è in crescita posizionandosi al 15/o posto. I numeri sul turismo congressuale nel mondo, elaborati dall’Union des associations internationales (Uai), unico organismo mondiale riconosciuto per le statistiche sul comparto, e riferiti al 2001, sono stati resi noti oggi nel corso della conferenza stampa, a Roma, di presentazione della Borsa internazionale del turismo congressuale (Btc) dal presidente della Btc international Carlo Gattai. Un risultato “importante, che – ha detto Gattai – conferma l’elevata capacità dell’Italia nell’ offrire servizi in questo settore del turismo d’affari che rappresenta il 25% del comparto turistico”. Un turismo “che – ha aggiunto – contribuisce fortemente anche alle entrate valutarie del paese visto che si stima che un ‘turista per affari’ spende in media 250-300 euro al giorno nel nostro paese”. Da qui l’interesse per l’avvio della Btc International, che si svolgerà a Firenze dal 2 al 5 dicembre e giunta alla sua
diciottesima edizione, e vedrà la partecipazione di 433 compratori esteri (buyer vip, in gergo tecnico), di cui il 40% associazioni, il 30% Corporate, il 20% organizzazioni congressuali (Pco), 10% viaggi premio per i propri dipendenti (incentive house), provenienti da 20 paesi (il 18% in più
rispetto all’edizione scorsa) e 474 compratori italiani, con una crescita di adesione di +77% rispetto al 2001 (di cui il 45% industria, 20% agenzie di viaggio e operatori turistici diversi, (15% associazioni ed enti, 15% agenzie di promozione e comunicazione e il 5% di banche e assicurazioni). “Un dato significativo – ha commentato Gattai – perché dimostra l’attenzione che anche l’Italia ha scelto di dedicare a questo comparto del turismo che sconta però ancora troppe carenze di strutture per accogliere in modo adeguato incontri internazionali in molte città”. Tra le città che si distinguono nella classifica 2001 dell’ Uai per aver ospitato non meno di 50 congressi internazionali, c’è Roma, che con 81 eventi ospitati e un trend in crescita ottiene il 15/o posto nella classifica mondiale (in testa a questa classifica Parigi con 229 eventi; Londra, con 191; Bruxelles, con 188 (in calo rispetto al 2000); Vienna, con 140 e Singapore con 120. Tra le città italiane dell’elenco di 89 nel mondo, si trova Firenze (32 eventi ma in flessione rispetto al 2000); Trieste e
Venezia (28 ognuna) e Milano (22) indicate quali nuove inserite (new entry, letteralmente) in classifica. In totale le città italiane che hanno ospitato congressi di livello internazionale
(con un minimo di 300 partecipanti, il 40% stranieri, 5 nazionalità rappresentate e una durata di almeno 3 giorni, secondo i criteri dell’Uai) sono 170. La Btc International si svolge con il patrocinio del ministero delle Attività produttive e del Parlamento europeo e si avvale della collaborazione degli enti promotori (Enit, Alitalia, Trenitalia, Assoturismo, Federalberghi, Fiavet, Italcongressi, Regione Toscana, Apet, Provincia, Comune e Camera di commercio di Firenze).

News Correlate