lunedì, 18 Gennaio 2021

Turismo e benessere, Italia sempre più forte

Prendono piede i nuovi trattamenti, dall’ossigenoterapia ai bagni di fieno

Vita sempre più frenetica e stress ormai costantemente in agguato? Per combattere il logorio fisico e mentale le risposte arrivano da ossigenoterapia, vapori salini, bagni di fieno di nuova generazione, calidarium con cromo-aromo-musico terapia e manipolazioni in vasche a secco, alcune delle nuove proposte 2003 delle aziende che operano nell’ area benessere, settore che dopo aver fatto la fortuna delle stazioni austriache sta ormai diventando un punto di riferimento importante nel turismo italiano. Con l’ aumentare del business anche in questo segmento del mercato si sta infatti scatenando la fantasia dei produttori come confermano le novità 2003 presentate in anteprima al primo salone Riva benessere Hotel ospitato a Riva del Garda e articolato su di un’ area di 1.500 mq, con la presenza delle aziende leader a livello nazionale per attrezzature, costruzione, servizi e gestione dei Centri benessere. Vi sono poi altri 300 metri quadrati dove è possibile provare direttamente i benefici risultati dei trattamenti destinati al relax e al recupero fisico. Decisamente curiosa è l’ Oxi Bar, macchina-tavolino a più postazioni che consente la pratica dell’ ossigenoterapia (articolata in cromo e aroma terapia, basate cioè sugli aromi e sui colori) destinata alle strutture della riviera, ad esempio quella romagnola. L’ ’02 menu”’ permette di respirare ossigeno aromatizzato, ad esempio alla salvia (antiansia) o al limone (eccitante), proveniente da un contenitore con una soluzione colorata (gialla per chi ha scarsa memoria e concentrazione o rosso per dare una scarica di energia), attraverso delle cannule da appoggiare al naso. Per la montagna vi è invece il trattamento Salin Air. Dall’ Alto Adige arriva una cabina-bagno dove ci si pone a contatto dei vapori di sale e ossigeno, con benefici effetti per la pelle e le vie respiratorie, ideale – spiega il produttore – sia prima sia dopo una sauna o l’ esposizione nel solarium alla ricerca della tintarella migliore. Altra novità per il benessere fisico è la cabina vitale o Calidarium dove si viene sottoposti a cromo-aroma-musico terapia ad una temperatura di 60 gradi e una umidità del 40%.
Per chi desidera farsi una sauna senza i tradizionali tempi di attesa, dal Lazio arriva la cabina a raggi infrarossi, utilizzabile immediatamente, collocabile anche in un appartamento e soprattutto dotata di strutture a basso consumo energetico. Per il recupero dello stress o il rilassamento muscolare totale c’è la vasca per il galleggiamento a secco. E’ stata ideata in Veneto e consente trattamenti estetici e dimagranti in relax prefetale. Galleggiando, il corpo perde infatti di peso,
la muscolatura si rilassa e gli interventi di manipolazione aumentano la loro efficacia. Consigliata per i problemi cervicali e del cingolo omero-scapolare. Dal Trentino la novità che riguarda i bagni di fieno. Si chiama Kraxenhofen: si è a contatto con vapore contenente i principi attivi e aromatici del fieno. Sostituisce il tradizionale bagno con immersione nell’ erba. In questo caso il fieno viene infatti riscaldato dal vapore all’ interno di una sorta di muta-mantella molto larga, dove ci si accomoda, prima di sedersi in una piacevole struttura di legno antichizzato. Al primo salone Riva benessere Hotel sono poi proposte piscine di varie misure e accessori, i tradizionali idromassaggi
e anche le nuove macchine isotoniche e per cardiofitness, più compatte e dotate di regolazioni servoassistite. I prezzi? Per ogni proposta si varia tra i 1.300 e i 15.500 euro.

News Correlate