martedì, 3 Agosto 2021

Turismo, stanziati 440 mld inutilizzabili

Il sottosegretario ai Beni Culturali Bono: “bisogna fare sistema”

Bisogna fare “sistema” in campo turistico, “cosa che è senza dubbio molto difficile attualmente per la polverizzazione dell’organizzazione”. Lo ha detto Nicola Bono, sottosegretario ai Beni culturali, intervenendo a Grado (Gorizia) all’Assemblea nazionale delle Pro Loco d’Italia, sottolineando “la poca chiarezza delle politiche, delle linee operative e dei compiti che oggi esistono nella gestione del turismo in Italia. La sensazione che si ha – ha aggiunto – è che dopo la riforma si è passati da un
centralismo unico a una ventina di centralismi periferici, con evidenti effetti di discontinuità nella promozione”. L’Italia – ha proseguito l’esponente del governo – riesce a calamitare soltanto il 5% dei flussi turistici mondiali, a dispetto del grande patrimonio storico e culturale, ma anche paesaggistico e umano che invece può vantare. “Manca ancora in Italia – ha continuato il sottosegretario – la comprensione di come la cultura possa essere volano per il turismo. Non soltanto quella legata ai musei o ai monumenti, ma anche alle tradizioni popolari. Il turismo è infatti fatto di tanti richiami, e per ognuno vanno studiate delle politiche che permettano di fare sistema”. Le Pro Loco, per la loro natura pubblico-privata e per la loro diffusione capillare anche nei più piccoli paesi, possono contribuire alla creazione di questo sistema. “Per farlo – secondo Bono – devono però avere una definizione giuridica e un riconoscimento a livello nazionale, pur in un’ottica federalista”. L’organizzazione a “sistemi turistici locali”, zone cioè turisticamente omogenee, è una prospettiva tratteggiata da una legge del 31 marzo 2001, che a tutt’oggi non ha ancora trovato attuazione. “Lo scorso luglio – ha concluso il sottosegretario – lo Stato ha stanziato ben 440 miliardi delle vecchie lire soltanto per il 2002, destinati alle Regioni, ma che non possono essere impiegati perché mancano ancora questi sistemi territoriali”.

News Correlate