martedì, 9 Marzo 2021

Ue, le regioni marittime puntano sui litorali

In preparazione un Libro verde per dare impulso alle “autostrade del mare”

Valorizzare e potenziare i 68 mila chilometri di litorale in Europa. E’ questa l’impegno preso dalle regioni europee riunite nella Conferenza delle regioni periferiche marittime (Crpm). Secondo il presidente della Regione Toscana, Claudio Martini, che guida la Crpm, “il turismo nelle zone costiere contribuisce soltanto al 5% del Pil, anche se tutti gli anni registra un aumento”. Inoltre le regioni marittime sono in grado di offrire un grande potenziale di crescita e di occupazione. Intanto la Conferenza prepara un Libro verde sulla politica marittima che la Commissione Ue dovrebbe presentare il 7 giugno prossimo. Nel libro le regioni puntano, tra l’altro, a dare un rinnovato impulso alle “autostrade del mare” che, secondo Marini, “costituiscono un elemento indispensabile per trasferire un gran numero di merci dalla strada al mare, migliorare l’accessibilità di regioni periferiche e riequilibrare il flusso di trasporto in Europa”.

News Correlate