giovedì, 21 Gennaio 2021

Ue, nel 2012 traffico aereo a +26%

Nel futuro sara’ forte la concorrenza dei treni ad alta velocita’

Lo sviluppo dei treni ad alta velocita’ incidera’ sul trasporto aereo in tutta Europa, ma soprattutto in Italia e in Spagna. Secondo le stime di Eurocontrol (Organizzazione europea per la sicurezza della navigazione aerea, composta da 36 Paesi) sul traffico aereo nel periodo compreso tra il 2006 e il 2012, infatti, lo sviluppo dei nuovi treni ridurra’ la crescita del traffico aereo di circa 80 mila voli, equivalente all’1% complessivo nei sette anni presi in considerazione dallo studio.
“Le riduzioni piu’ consistenti nel numero dei voli – spiega il rapporto – saranno quelle di Spagna e Italia, pari rispettivamente ad un 4% e ad un 2%”, mentre per la Francia si prevede un calo dell’1%. Sempre in base alle previsioni dell’organizzazione europea, nel 2012 in Europa i voli dovrebbero essere circa 11,4 milioni, a+26% rispetto al 2005 e con una media pari ad un +3,3% annuo. Tale crescita, pero’, non sara’ uniforme nei vari Paesi europei. Ad esempio, in Romania e Ucraina la crescita sara’ del 50%. Inoltre, nel 2012, Madrid-Barajas sara’ il terzo scalo europeo, superando Londra-Heathrow e Amsterdam-Schiphol. Parigi-Charles de Gaulle e Frankfurt Main, invece, continueranno ad essere rispettivamente il primo e il secondo aeroporto del continente.

News Correlate