lunedì, 28 Settembre 2020

Un portale Italia per collegare tutta l’offerta turistica nazionale

L’annuncio a Genova del Ministro per l’innovazione, Lucio Stanca

Promuovere, attraverso Internet, il nostro prodotto turistico, ossia il nostro ‘petrolio’, agendo su una leva forte e sinora poco utilizzata come il marchio Italia. E’ quanto ha annunciato il ministro per l’Innovazione e le Tecnologie, Lucio Stanca, al Salone nautico internazionale di Genova.
”Nel mondo si e’ ormai determinato un legame molto stretto tra lo sviluppo del turismo e gli strumenti dell’innovazione – ha spiegato il ministro – ma una recente ricerca ha messo in evidenza che l’interattivita’ dei siti turistici italiani non e’ molto curata: quasi tutti riportano un indirizzo e-mail o poco piu’; solo in alcuni casi e’ possibile configurare il soggiorno e sono quasi assenti le possibilita’ di acquisto e di pagamento diretto”. Cosi’ che, ha rilevato, ”il non aver colto in pieno le potenzialita’ del connubio tra turismo e Internet, una autentica vetrina mondiale, ci ha fatto perdere molte posizioni”.
Stanca ha ricordato che ”Internet influenza in modo considerevole i flussi turistici mondiali, creando nuove opportunita’ di sviluppo. Il settore dei viaggi e del turismo rappresenta oltre il 30% del volume degli acquisti in rete, l’e-Commerce, con una crescita annua del 26%. Non si puo’ pertanto negare che un sistema turistico efficiente oggi non puo’ piu’ prescindere dall’innovazione tecnologica”. Il governo ha gia’ il rimedio, ha aggiunto, spiegando che il Comitato dei Ministri per la Societa’ dell’Informazione ”ha approvato e finanziato un progetto che, d’intesa e con la condivisione delle Regioni, prevede di collegare tutta l’offerta turistica in rete con il Portale turistico nazionale. Lo scopo – ha concluso – e’ quello di promuovere, soprattutto all’estero, le enormi e variegate risorse turistiche, culturali, artistiche, ambientali, agro-alimentari e sportive, e tutto il Made in Italy, mediante le tecnologie del ‘destination marketing”’.

News Correlate