martedì, 30 Novembre 2021

Unesco, la Valle di Humahuaca patrimonio dell’umanità

La splendida regione andina spera di risollevarsi con il turismo

C’era anche il presidente Nestor Kirchner alla cerimonia in cui la Quebrada di Humahuaca, l’estesa vallata andina di circa 155 chilometri di lunghezza situata nella provincia di Jujuy, ad oltre 1.700 chilometri al nord di Buenos Aires, è stata dichiarata ufficialmente Patrimonio dell’Umanità, in seguito ad un’iniziativa in tal senso dell’Unesco. All’evento hanno partecipato, tra gli altri, anche il vicepresidente Daniel Scioli, l’ex capo dello stato Eduardo Duhalde e diversi ministri. L’estesa vallata montagnosa costituisce infatti un patrimonio
culturale di caratteristiche eccezionali, poiché da migliaia di anni è stata al centro delle interazioni dei più diverse popolazioni circostanti, dalle Ande alle pianure meridionali e dall’Oceano Pacifico a quello Atlantico.
In particolare, di gran rilievo, non solo le caverne preistoriche ed i complessi architettonici, cerimoniali e agricoli precolombiani a cui sono seguite le fortificazioni dei colonizzatori ispanici, ma anche la peculiare vegetazione che si prolunga per oltre un centinaio di chilometri e che non ha pari in altre zone andine.

News Correlate