lunedì, 28 Settembre 2020

Unionturismo, allineiamo l’iva al 6%

Le proposte del consiglio nazionale saranno presentate a Pescara a fine settembre

Apertura unificata delle scuole dopo il 25 settembre, allineamento dell’iva alberghiera agli standard europei, riconoscimento della laurea in Turismo per l’accesso alle professioni del settore e la costituzione di basi di accoglienza con interpreti di lingua cinese su tutto il territorio nazionale rivolti ai turisti del Sol Levante. Queste le proposte emerse durante il Consiglio nazionale di UnionTurismo, riunitosi a Piazza Armerina, che verranno presentate al vice presidente del Consiglio dei Ministri, Francesco Rutelli, e al coordinatore degli assessori regionali al Turismo in occasione della terza Conferenza Nazionale del Turismo Italiano, convocata a Pescara il 28 e 29 settembre. Particolare importanza riveste per l’associazione, l’unificazione dell’apertura delle scuole “allo scopo di favorire il consumo interno ed internazionale del mese di settembre con positiva ricaduta sull’economia del Paese”, insieme “all’allineamento dell’iva alberghiera e da ristorazione a quella dei paesi membri della Unione europea con riferimento a Grecia, Spagna, Olanda dove non viene superato il 6%”, sollecitata da Gianfranco Fisanotti, presidente di UnionTurismo.

News Correlate