sabato, 26 Settembre 2020

Unioturismo, tensioni Stato-Regioni preoccupano

Fisanotti: “E’ importante non disperdere professionalità aziende turistiche”

“Constatiamo che tra Stato e Regioni esiste una certa tensione su come organizzare la Conferenza del Turismo Italiano a Lamezia Terme e questo ci preoccupa; le Regioni vogliono più voce in capitolo, il Governo vuole affermare l’ unitarietà degli enti presenti sul territorio”. E’ quanto ha detto oggi il presidente di UnionTurismo, Gian Franco Fisanotti, presidente dell’Aiat di Aosta, al termine della prima giornata di lavori del Consiglio nazionale convocato ad Arzachena per definire il documento da sottoporre alla Conferenza del Turismo e valutare lo stato della legislazione turistica regionale. Anticipando quelli che saranno i contenuti del documento, Fisanotti ha detto che UnionTurismo “chiede alle Regioni di dare attuazione alla competenza primaria in materia
di turismo, dando vita ad un autocoordinamento per legiferare. Ma è necessario che chi opera nel turismo sappia chi deve occuparsi dell’ accoglienza, chi della promozione; ma è importante che non venga smantellato un patrimonio di conoscenze e professionalità che sono le Aziende turistiche”. “Se si smantella il vecchio sistema – ha concluso – rimane un vuoto dovuto alla mancata attuazione della nuova legge quadro. Bisogna fare attenzione a non sostituire il deprecato
centralismo romano il centralismo regionale”.

News Correlate