martedì, 26 Ottobre 2021

Usa, turisti in calo a causa dei controlli

Colpiti soprattutto viaggi per studenti e per turismo

Il numero dei turisti e degli studenti che visitano ogni anno gli Stati Uniti sta calando a ritmi serrati da quando, dopo gli attentati terroristici dell’11 settembre 2001, sono state introdotte norme più severe e controlli minuziosi negli aeroporti americani. Secondo l’alleanza internazionale per l’educazione e gli scambi culturali, che ha sede a Washington, il numero degli stranieri che si recano in Usa per i corsi di lingua è calato nel 2003 di circa il 30%, passando da 150 mila a poco più di 100 mila. E’ diminuito anche il numero dei ragazzi alla pari, di circa il 10%. Per Michael McCarry, direttore dell’organizzazione, la causa di questo calo diffuso, che vede anche una diminuzione senza precedenti delle richieste di visto, è da imputare soprattutto alle rigide procedure di sicurezza entrate in vigore nel 2001. L’America -sostiene McCarry- si è trasformata in una ”fortezza”. Le richieste di visti, che sono calate da 10,4 milioni nel 2001 (7,5 milioni quelli emessi) a 8,3 nel 2002 (5,7 milioni emessi), ”caleranno ancora di più da oggi, perché entrano in vigore nuove procedure”, ancora più severe, spiega McCarry.

News Correlate