lunedì, 17 Giugno 2024

Valtur, da settembre i lavori per il nuovo villaggio nel trapanese

Sarà costruito in 3 anni con un investimento di 42 milioni di euro

Mille e 100 posti letto su un’area di 32 ettari, otto campi da tennis, una sala convegni, una discoteca, un campo di calcetto, uno di tiro con l’arco, due piscine e un piccolo centro commerciale. Costo: 42 milioni di euro. Questi i numeri del nuovo villaggio Valtur di Tre Fontane, località turistica in provincia di Trapani, i cui lavori saranno ultimati entro 3 anni. A settembre la posa della prima pietra mentre ieri, in occasione della conferenza di presentazione del progetto, simbolicamente è stato piantato un albero di carrubbo in contrada Tonnara, dove sorgerà il villaggio che darà lavoro a circa 400 persone. Il progetto è stato presentato da Carmelo Patti, presidente della Valtur che investirà circa 14 milioni di euro, il resto sarà finanziato da Cipe, nell’ambito del contratto di programma, e da istituti finanziari. “Ritengo il turismo la seconda industria della Sicilia dopo l’agricoltura – ha detto Carmelo Patti – il nostro progetto va nella direzione di uno sviluppo economico eco-compatibile non solo per la città di Campobello ma per tutta la Sicilia occidentale”. Infatti, oltre al villaggio di Tre Fontane, Valtur ha intenzione di realizzare una struttura alberghiera con una sala congressi a Selinunte e un centro benessere a San Vito Lo Capo, entrambi in provincia di Trapani, oltre a un complesso turistico a Camarina, nel Ragusano. In questo modo saliranno a sei i complessi turistici della scuderia Valtur in Sicilia, per un totale di circa 4 mila posti letto.

News Correlate