lunedì, 14 Giugno 2021

Veneto, approvata il testo unico sul turismo

Finalmente strumenti chiari per pianificare le strategie

Il Veneto ha la sua legge quadro sul turismo dopo la modifica del titolo V della Costituzione che delega alle Regioni tale materia. Il Consiglio regionale del Veneto ha approvato ieri il testo unico sul turismo con i 31 voti a favore del centrodestra. Si sono astenuti i consiglieri della Margherita e i Democratici di Sinistra. Il nuovo testo unico, licenziato dalla commissione consiliare
lo scorso 3 luglio al termine di un semestre di lavoro che l’ha ulteriormente semplificato rispetto alla proposta iniziale della Giunta e reso più omogeneo nell’articolato, costituisce la cornice giuridica entro cui il sistema turistico regionale potrà pianificare attività e sviluppo. “Finalmente una gran bella notizia per il Veneto – ha commentato il Presidente veneto Giancarlo Galan -. E’ stata approvata la prima legge quadro del Veneto. Non a caso riguarda il turismo, che per la nostra regione rappresenta una attività economica di primaria importanza”. “Si pensi – ha aggiunto Galan – che l’anno scorso le presenze turistiche nel Veneto hanno raggiunto i 57 milioni”. “La legge approvata -ha osservato ancora il Presidente veneto – si fa carico di aprirsi alla filiera dell’intero
comparto turistico, investendo in tal modo la totalità del sistema economico-produttivo. Si va infatti dall’enogastronomia all’artigianato di qualità, dalla valorizzazione dell’ambiente alle manifestazioni storico-artistiche. La legge quadro, che abroga di fatto ben tredici leggi precedenti e quattro regolamenti, mobilita non meno di 500 miliardi di vecchie lire”. “E’ grande la mia soddisfazione – ha concluso Galan – perché vedo così attuato uno dei capitoli fondamentali del
nostro programma di governo”.

News Correlate