giovedì, 4 Marzo 2021

Venezia, in arrivo il codice d’ospitalità multietnica

Il progetto è dell’Associazione Albergatori

Un opuscolo che spieghi agli albergatori veneziani i principi delle diverse religioni che i loro dipendenti professano, ma anche un manuale per offrire ai propri clienti i servizi per una vera e propria ospitalità multietnica. Sono i due progetti cui sta lavorando l’Associazione Veneziana Albergatori, da inserire in una vera e propria collana editoriale dedicata ai propri associati. ”Uno o due anni fa – precisa il direttore Claudio Scarpa – avevamo distribuito ai nostri soci una sorta di ciclostilato che spiegava le differenze culturali tra le diverse etnie e religioni, dai filippini ai musulmani, che sono i gruppi più numerosi tra i nostri dipendenti, fino agli indù. Ora pensiamo di farne un vero e proprio libriccino”. A lavorare al progetto è un legale specializzato in mediazione interculturale, spiega ancora Scarpa, che annuncia il tema di una seconda pubblicazione della nuova collana: l’albergo pensato per una clientela multietnica, appunto, in grado di offrire anche ciò che si attende il cliente giapponese o cinese. ”Tutti sappiamo che un italiano potrebbe non gradire di avere la camera n.17 – spiega Scarpa – ma è giusto sapere anche, per esempio, qual è il numero sfortunato nella cultura giapponese”.

News Correlate