venerdì, 3 Dicembre 2021

Vertenza Meridiana-Gesap: Musotto, irresponsabile il comportamento di Meridiana

Riggio, abbiamo suggerito a Pae Mas di assumere tra gli stagionali i dipendenti più idoneii

Irresponsabile”. E’ questo il giudizio del Presidente della Provincia, Francesco Musotto, sul comportamento di Meridiana che ha sdegnosamente respinto la moratoria disposta dal Direttore generale dell’Enac per consentire il confronto tra le parti sociali.
“Non si tratta di andare contro l’apertura del mercato – afferma Musotto – o contro la libera concorrenza, quanto piuttosto di imporre il rispetto delle regole, che in Sicilia significa anche tutela dei lavoratori”.
“Non si può ignorare – aggiunge il presidente – che la crisi del trasporto aereo (Alitalia e Volare) e la guerra delle tariffe determinata dall’arrivo delle compagnie low cost, stanno determinando gravi contraccolpi in tutti i comparti, dalle compagnie aeree, agli handlers, alle società di gestione aeroportuali, e per questo è necessario tenere alta la guardia. I processi di liberalizzazione in atto, devono servire a portare maggiore efficienza ed economicità non a creare crisi occupazionali”.
“L’acquisizione da parte di Pae Mas dei contratti di assistenza a terra delle compagnie Wind Jet e Meridiana – conclude Musotto – deve passare dal rispetto delle professionalità presenti in aeroporto e dal mantenimento dei livelli occupazionali. Chiedere a Pae Mas, che deve procedere a nuove assunzioni, di dare la precedenza a quanti hanno lavorato in aeroporto, non è scabroso, né in contraddizione con le regole del mercato. Pertanto, solleciteremo la massima attenzione da parte del Ministero del Lavoro e di quello delle Infrastrutture”.
“Le regole comunitarie prevedono che superato un certo numero di passeggeri ogni scalo deve avere più gestori di servizi – spiega il presidente dell’Enac, Vito Riggio – Nel momento in cui Meridiana non si ritiene più soddisfatta del servizio prestato da Gesap e ci dice che non vuole più avere rapporti con la stessa, noi non possiamo fare altro. Una legge nazionale impone che vengano assunti da Pae Mas i lavoratori che si sono trovati senza un impiego, ma la norma è stata contestata a livello comunitario per cui abbiamo considerato di suggerire a Pae Mas di verificare se fra i lavoratori stagionali della Gesap rimasti senza lavoro ci siano quelle professionalità di cui ha bisogno”.

News Correlate