martedì, 22 Settembre 2020

Viaggi d’avventura per 25 mila italiani

Nonostante rapimenti e sequestri cresce la voglia di avventura

Dall’India al Nepal, per continuare poi con l’Africa australe, il Messico, il Perù, l’Argentina, il Brasile e l’Asia centrale. Queste le mete preferite per gli italiani che scelgono i viaggi d’avventura. E quest’anno, alla fine della stagione saranno tra i 20 e i 25 mila i connazionali, che per nulla preoccupati dagli ultimi avvenimenti di cronaca, partiranno zaino in spalle. A fornire il dato “Avventure nel mondo”, una tra le principali agenzie specializzate in questo tipo di viaggi. “Finora non abbiamo notato cali nelle prenotazioni, ma badate bene – precisa Paolo Nugari, direttore dell’agenzia Viaggi nel mondo associata alla Fiavet – che i nostri sono principalmente viaggi di avventura con la mente. Noi prima di studiare un viaggio prendiamo tutte le precauzioni. seguendo i suggerimenti della Farnesina. Sul posto, poi, – aggiunge Nugari – ci avvaliamo di una guida locale, soprattutto se ci avventuriamo nel deserto. Per quanto riguarda il Niger, non ci sogneremmo mai di organizzare un viaggio in questo periodo dell’anno quando il clima non è favorevole. Piuttosto lo proponiamo ad ottobre e poi nelle zone desertiche del nord del Paese che sono più controllate. Il Ciad, invece, che è del tutto fuori controllo, non lo prendiamo nella benché minima considerazione”. A tutti, prima di mettersi in viaggio, viene comunque consigliata un’assicurazione, da quella internazionale a quella sanitaria.

News Correlate