martedì, 20 Aprile 2021

Viaggi del Ventaglio, nel 2004 perdita netta consolidata di 58,8 Mln

La fase di rilancio è già partita con l’attivazione delle linee di credito

L’ esercizio 2004 del gruppo Ventaglio, che rappresenta la base di partenza del piano industriale 2005-2007 che l’ azienda si trova ad affrontare, chiude con una perdita netta consolidata di 58,8 milioni rispetto ai 32,7 del precedente esercizio, mentre la posizione finanziaria netta del gruppo che alla data di chiusura del bilancio era pari a -83,5 milioni risulta negli ultimi giorni di
gennaio a circa -95 milioni a causa della stagionalita’ del business. Il bilancio al 31 ottobre del gruppo si e’ poi chiuso con un valore alla produzione in aumento del 9,7% a 760,5 milioni, un numero di clienti in crescita da 715 a 727 mila unita’, un ebitda consolidato pari a 14,1 milioni ed un ebit negativo di 19,6. L’ assemblea degli azionisti ha infine nominato Luigi Captano membro del cda in sostituzione del dimissionario Sergio Scotti Camuzzi, ha riconfermato in numero di quattro gli amministratori indipendenti. Per quanto riguarda il piano industriale in corso di applicazione, la societa’ evidenzia come ”i contenuti hanno contribuito alla definizione di un importante accordo con Unicredito e Banca Intesa (entrati nel capitale in occasione del recente aumento) che hanno messo a disposizione i fondi per il rimborso dei Bond in scadenza a maggio 2005. Unicredito e Intesa hanno messo a disposizione linee di credito, in parte a 18 mesi, per complessivi 113 milioni”.

News Correlate