lunedì, 30 Gennaio 2023

Virgin, Branson vuole allargare agli Usa l’impero low cost

Vuole fare concorrenza a JetBlue creando un vettore “no frills”, ma di qualità

Sir Richard Branson vola negli Stati Uniti con un vettore a basso costo. L’eccentrico imprenditore britannico ha annunciato la sua intenzione di lanciare negli Usa una nuova compagnia aerea ‘no frill’ (senza fronzoli) per realizzare il suo sogno nel cassetto: entrare nel settore dei voli interni americani. La legge Usa vieta attualmente a società estere di possedere partecipazioni di maggioranza nei vettori nazionali. ”Aspettiamo da venti anni che la legge cambi” in america, ha dichiarato il numero uno del gruppo Virgin durante la presentazione della nuova prima classe di Virgin Atlantic (la Virgin Upper Class Suite). ”Noi vogliamo una quota del 49 per cento e faremo entrare un altro socio per partire”. Il nuovo vettore, ha spiegato Branson, dovrebbe cominciare le attività nella prima metà dell’anno prossimo con 15-20 aerei, ma non avrà il marchio Virgin. Il nome della prevista società è ancora un segreto, così come lo è l’identità del socio, ma si tratterà di una compagnia a basso costo di qualità, ha sottolineato Branson, in grado di offrire un servizio simile a quello dal vettore statunitense Jet Blue.

News Correlate