domenica, 29 Gennaio 2023

Virgin Express vicina alla fusione con Sn Brussels

Il miliardario inglese Branson vuol dar vita ad un’unica holding

Virgin Express, la compagnia aerea di voli low cost del miliardario inglese Richard Branson, ha siglato una lettera di intenti non vincolante per fondersi sotto una unica holding con Sn Brussels Airlines, la società nata due anni fa dalle ceneri della bancarotta della belga Sabena. L’integrazione dovrebbe avvenire con la creazione di una nuova holding controllata dai soci di riferimento di Sn, Sn
Airholding (al 70,1%). Resterebbero invece autonome le due
compagnie aeree, intenzionate a integrare le proprie reti
europee e quelle di lungo raggio. La Virgin di Branson, secondo le trattative in corso, dovrebbe avere un’opzione a vendere (put) la propria quota del 29,9% nella holding, per 64 milioni di euro, esercitabile tra il primo gennaio 2005 e il 31 dicembre del 2006. Virgin Express, comunque, resterebbe quotata sull’Euronext di Bruxelles e sul Nasdaq. Sn Brussels è stata creata nel gennaio del 2002 con l’aiuto di investitori del Belgio e un prestito statale, dopo la bancarotta della compagnia pubblica Sabena. In particolare, Sn ha preso le mosse dall’ex divisione di Sabena Delta Air
Transport. In giornata la società belga ha comunicato di aver
registrato nel 2003 un utile netto di 600 mila euro, a fronte di perdite per 36,7 milioni di euro nell’anno precedente. Nei
dodici mesi i ricavi sono saliti da 410,5 milioni a 533,5
milioni. ”Ci sono segni che l’economia globale sta iniziando a migliorare e che la fiducia dei consumatori sta di nuovo
lentamente risalendo”, ha precisato Sn Brussels.

News Correlate