venerdì, 22 Ottobre 2021

”Volando s’impara” con Air One e Trimondo Viaggi

Presentata a Roma l’innovativa iniziativa riservata al turismo scolastico

“Volando s’impara”. Ne sono assolutamente convinti Mario Bevacqua, presidente di Trimondo Viaggi, e Giorgio De Roni, direttore divisione passeggeri di Air One, che ieri hanno presentato all’Hotel Marriott di Roma un innovativa iniziativa riservata al turismo scolastico. Un modo nuovo per abbattere costi e ore di viaggio e permettere ai più giovani di conoscere le bellezze artistiche di cui è ricco il nostro paese. Con pacchetti disegnati in base all’età degli studenti e ai budget delle scuole, gli studenti del Nord Italia potranno immergersi nella storia e nella cultura siciliana fatta di teatri greci e arte barocca, di influenze arabe e di una natura aspra e bellissima. Così come i ragazzi del Sud Italia potranno visitare il museo egizio di Torino, passeggiare a Piazza San Marco o lungo i vicoli di Genova. La facilità di spostamento legata al trasporto aereo ha permesso la creazione di pacchetti anche di una sola giornata (99 euro), mentre per chi dispone di maggior tempo vi è la possibilità di scegliere fra pacchetti di due o quattro giorni (da 199 a 269 euro). Per rendere l’esperienza degli studenti ancora più ricca e significativa, è stato inserito un premio per la narrativa e la fotografia che vedrà lavorare insieme docenti e studenti. Ogni classe, insieme ai documenti di viaggio, riceverà anche una macchinetta fotografica con cui immortalare i momenti più belli del viaggio, che verranno riportati anche su un diario di bordo. Le classi vincenti riceveranno in premio una gita di un giorno in una delle città servite da Air One, mentre l’insegnante potrà godersi un week end fra Firenze, Taormina, Venezia o Bardonecchia. “Tutti noi ricordiamo le gite scolastiche come uno dei momenti migliori dei nostri anni di formazione – ha detto Giorgio De Roni – e fa piacere pensare che Air One possa contribuire a rendere l’esperienza degli studenti ancora più ricca”. “E’ dovere morale di tutti noi – ha sottolineato Mario Bevacqua – agevolare l’avvicinamento dei giovani al nostro patrimonio culturale”.Soddisfazione per l’inizativa è stata espressa dall’on.le Nicola Bono, Sottosegretario ai Beni Culturali e da Antonio Tozzi,presidente della Fiavet, entrambi intervenuti all’incontro.

News Correlate