venerdì, 3 Febbraio 2023

Volare Group, pronti a intesa commerciale con Alitalia

Secco no di Fossa a possibile ingresso in Società

Volare è interessata a un’intesa commerciale con Alitalia, che possa aiutare la compagnia di bandiera a uscire dalla crisi, ma non pensa di entrare nell’azionariato. In ogni caso, se Alitalia chiude i battenti il rischio è che ne traggano vantaggio solo le compagnie straniere. Lo ha detto il presidente di Volare, Giorgio Fossa, in un’intervista al Tgr della Lombardia. Il crac di Alitalia comporterebbe, secondo Fossa, ”in un primo momento, sicuramente un leggero incremento per quanto riguarda il riempimento dei nostri aerei. Nel medio, lungo periodo un problema in più, perché nè Volare nè le altre
compagnie, che hanno dimensioni più o meno come la nostra, possono pensare di sostituirsi ad Alitalia. Per cui – ha proseguito – l’eventuale chiusura di Alitalia, cosa che io mi auguro sinceramente non avvenga, causerebbe un problema
inizialmente per i passeggeri, in un secondo momento per tutto il complesso del sistema del trasporto aereo, compagnie comprese. Anche perché lascerebbe con troppa facilità campo libero a competitori terzi, vale a dire di paesi stranieri”. Quanto a un interesse di Volare per Alitalia ”Ad oggi, sinceramente, non c’è niente sul tavolo”, ha commentato Fossa. ”Noi – ha ripreso – siamo disponibili a una trattativa con Alitalia, anche domani mattina, che possa portare a un serio accordo commerciale che agevoli noi ed eventualmente altre compagnie che potrebbero essere della partita, ma soprattutto che cerchi di aiutare in questo momento di difficoltà Alitalia. Pensare invece di entrare nell’azionariato di Alitalia, in questo momento, è sicuramente un’operazione che oggi ritengo impossibile”.

News Correlate