lunedì, 17 Giugno 2024

Volareweb mette le ali all’e-commerce

Nel 2003 il 90% della biglietteria è passato da Internet

Nel 2003 un fatturato complessivo di 131 milioni di euro, il 90% generato dalla vendita di biglietti online mentre la parte restante è divisa tra l’acquisto via call center (6%) e la biglietteria (4%). Sono questi i numeri di VolareWeb, la compagnia italiana a basso costo che ha messo in volo il primo aereo ad aprile dello scorso anno e che, con l’arrivo al vertice di Giorgio Fossa, ha giocato soprattutto la carta di Internet .
Stando alle cifre, l’intuizione era giusta: secondo un’indagine del Politecnico di Milano, il fatturato “online” di VolareWeb, ha rappresentato da solo l’8% del mercato, in valore, dell’e-commerce italiano. La maggior parte concentrata ovviamente nel periodo estivo in cui il sito Volareweb.com registra un boom di accessi: a giugno 2004 sono state calcolate circa 2,9 milioni di visite, mentre a luglio si è viaggiato alla media di circa 82 mila visite giornaliere per una proiezione finale di oltre 3 milioni. Sempre in riferimento al 2004, il giro d’affari generato dai biglietti online è stato di oltre 25,5 milioni di euro al mese contro i 10 milioni dello scorso anno. E la media mensile delle tratte vendute online è di circa 400 mila. Viaggiando a queste cifre l’obiettivo fissato dal nuovo management è a portata di mano: triplicare il fatturato dello scorso anno, quando furono solo nove i mesi di operatività. Anche sfruttando le potenzialità dei servizi aggiuntivi che vanno dalla prenotazione di alberghi e appartamenti alle polizze assicurative, dal noleggio auto al pagamento anticipato dei parcheggi. Degna di questo nome, la compagnia “nofrills” ha realizzato un sito Internet senza fronzoli basato su server Linux nell’ottica di sostenere con fluidità la transazioni nei periodi di traffico intenso: sezioni dinamiche ridotte al minimo e adozione di tecnologie “statiche” per garantire in modo costante la velocità e la disponibilità del servizio. Al cuore di tutto il sistema una procedura di prenotazione particolarmente snella adottata dalle principali compagnie low-cost chiamata Naviter. Del resto l’obiettivo è sempre stato quello di realizzare un servizio “mordi e fuggi” permettendo così al cliente di effettuare la ricerca, trovare la soluzione ideale e prenotare il biglietto aereo. Il tutto in modo semplice e veloce. Inoltre la compagnia ha attivato di recente un portale dedicato per rispondere alle esigenze dell’utenza business. E’ possibile acquistare voli a convenzioni particolari con la possibilità di modificare la prenotazione fino ad un’ora prima della
partenza.

News Correlate