mercoledì, 23 Giugno 2021

Wind Jet/2, crescono traffico e fatturato

Alla fine del 2006 saranno 2,5 mln i passeggeri che avranno volato con il vettore

Numeri sensazionali quelli presentati da Wind Jet all’Atlantis Bay di Taormina riguardo ai primi tre anni di attività della compagnia aerea low cost siciliana. I dati relativi al primo semestre confermano, infatti, un incremento del 20% di traffico rispetto allo stesso periodo del 2005 e un balzo dei ricavi, saliti del 34% a 75 milioni durante il primo semestre dell’anno. Dal 2003 la crescita è stata costante, il 2005 si è chiuso con 2,1 milioni di passeggeri e la stima per l’intero 2006 è di 2,5 milioni, con un fattore di riempimento in crescita dal 51,6% del primo anno al 67% stimato per la fine di questo. Il fatturato, che lo scorso anno è stato di 139 milioni, è stimato, a fine 2006, di 169 milioni. Sono i numeri, presentati durante la serata “Top 100’s night” di Taormina agli agenti e agli operatori, che mostrano il successo della compagnia aerea di Antonino Pulvirenti che in tre anni ha visto accrescere la flotta da 3 a 10 Airbus e che entro il 2009 conta di arrivare a 18 velivoli. “Questi dati dimostrano la qualità delle nostre scelte – ha dichiarato Pulvirenti – e d’altronde siamo proiettati a sviluppare un piano industriale che prevede una costante crescita di risorse e network nei prossimi cinque anni”. Per Stefano Rantuccio, ad della compagnia, “in un contesto in cui i vettori low cost attaccano il mercato italiano, Wind Jet ha lanciato un’impegnativa sfida verso l’Europa”. Anche il direttore Commerciale, Massimo Polimeni, ha voluto ricordare come proprio nell’ultimo anno sono state inaugurate le nuove rotte internazionali per Madrid, Barcellona, Oslo, Lille, Bucarest e verso la Russia. “Inoltre – ha ribadito Polimeni – i risultati positivi sono anche il frutto della vocazione della Wind Jet che è stata concepita come low coast e come tale viene gestita”. Analoga soddisfazione è stata espressa dal direttore generale Angelo Lo Bianco che ha voluto ringraziare Agenti di viaggi, i tour operator ed i 400 Dipendenti, attualmente impiegati. A sottolineare successi, soddisfazione e speranze i fuochi d’artificio che, emersi dallo specchio d’acqua del mare antistante l’Ataltis Bay, hanno illuminato il cielo di Taormina

News Correlate